Pubblicato in: Senza categoria

Summer Camp

foto-600x300%ef%80%a1

Giulio aveva sempre sognato di trascorrere almeno qualche giorno diverso dagli altri. Sebbene avesse solo 8 anni, si rendeva benissimo conto che spesso la vita poteva diventare una routine e trasformare anche i momenti più divertenti in impegni da segnare su un calendario. Ogni anno, con l’approssimarsi della brutta stagione, provava questa spiacevole sensazione: perché,si chiedeva, avrebbe dovuto perdere il piacere di fare le cose solo perché in inverno tutti correvano dietro a orari, impegni, scuola e lavoro?

L’estate rendeva tutto molto più semplice, e come dargli torto? Con le vacanze arrivava la libertà di riscoprire le proprie passioni e Giulio adorava proprio che i giorni fossero diversi l’uno da l’altro. È una vocazione particolare per un bambino, ma se avesse dovuto rispondere alla domanda: “cosa desideri di più al mondo?” avrebbe risposto proprio così: “che ogni giorno sia un’avventura mai uguale a quella precedente!”.

E infatti, quando hai molto tempo a disposizione ne puoi fare di cose, ognuna diversa dall’altra! Giocare con gli amici in primis e magari farsene di nuovi.

La mamma di Giulio sapeva che queste aspirazioni erano giuste e da incoraggiare ma fino a quel momento non era riuscita a trovare niente che le rispecchiasse. Si sentiva triste per non riuscire a organizzare una vacanza che avesse i ritmi di quel credo: ogni giorno un’avventura che nel divertimento avrebbe rappresentato anche una crescita importante.

Per caso, una domenica fredda e ventosa, le capitò di parlare con un amico di suo figlio. A casa sua si dava una festa per il compleanno di Giulio e si ritrovò così, quasi per caso, a parlare dell’estate. Non appena il ragazzino sentì quella parola, il suo volto si illuminò.

Si illuminò di un ricordo vivido a tal punto che quando dopo pochi attimi smise di pensarci, si stupì di essere in una casa non sua, insieme a tutti gli altri bambini, al riparo dal gelo di fuori. Smarrito tra le esperienze vissute, ripercorse l’estate precedente passo, passo come se fosse passato solo un giorno.

Tanti amici, la partenza insieme, ognuno con il proprio zaino viola, con la propria voglia di giocare.
Appena arrivato aveva respirato un’atmosfera d’intesa con tutti e aveva preso confidenza con lo spazio: quella piscina ancora gli faceva venire voglia di saltare per tuffarsi e i campi per sfidarsi e fare sport sembravano fatti a posta per lui. Ricordava le risate, i profumi della cucina e l’inglese…ogni giorno era davvero un’avventura!

“So di cosa parli” disse apparentemente all’improvviso alla mamma di Giulio. “Io ci sono stato in un posto dove si trova quello che Giulio vuole!”

È vero, quel posto esiste! Ed è unico nel suo genere proprio perché cattura il senso più profondo del divertirsi insieme crescendo, imparando e perché no, diventare degli adulti migliori.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...